Statuto e Regolamento

Statuto

Titolo Primo Disposizioni Generali

ART.1 Costituzione Sede e Durata

È costituita una'ssociazione culturale ricreativa denominata Amici della Musica - Corale Polifonica Jonia con sede in Giarre (CT), via Sartori n° 34, con possibilità. di istituire altre sedi in tutte le località italiane, e durata fino al 31 dicembre 2050; essa è retta dal presente statuto e dalle vigenti norme di legge in materia.

ART.2 Scopi dell'Associazione

L'Associazione è apolitica, non ha scopo di lucro, e s'ispira agli ideali della Costituzione ed ai principi del pluralismo democratico. L'Associazione si propone come scopo: a)la  promozione in Italia e all'estero della cultura musicale; b)lo studio degli strumenti musicali, del canto corale e polifonico; c)guidare i giovani ad apprezzare l'arte musicale e valorizzare i giovani musicisti; d)valorizzare le tradizioni musicali locali; e)salvaguardare, valorizzare e recuperare il patrimonio artistico e culturale. nonché spazi e luoghi di interesse collettivo. f)divulgare nelle forme che si riterranno opportune la conoscenza della musica tra la popolazione locale e soprattutto tra i minori; g)utilizzare la musica come momento dì aggregazione e di crescita umana; Per il conseguimento dei suoi finì l'Associazione sì propone pertanto di:  1)organizzare concorsi e concerti vocali. polifonici e strumentali. sia nazionali che internazionali; 2)organizzare corsi di avviamento e formazione musicale;  3)organizzare scambi culturali con altre associazioni italiane ed estere, impegnate nella promozione della musica e delle tradizioni culturali legate all'arte in genere; 4)organizzare corsi di musico terapia; 5)istituire centri culturali; L'associazione non può svolgere attività diverse da quelle sopra indicate, ad eccezione di quelle direttamente connesse o di quelle accessorie per natura a quelle statutarie, in quanto integrative delle stesse.

ART.3 Collaborazioni

L'Associazione potrà dare la sua collaborazione ad altri enti per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini. Essa dovrà tuttavia mantenere sempre la più completa indipendenza nei confronti degli organi di governo, delle aziende pubbliche e private, delle organizzazioni sindacali.

Titolo II Forma Associativa

ART.4 Requisiti dei Soci

Il numero dei soci è illimitato. Possono diventare soci le persone fisiche interessate a partecipare attivamente alle formazioni musicali che operano all'interno dell'Associazione e chiunque voglia svolgere attività amatoriali in campo musicale. Agli aspiranti soci sono richiesti l'accettazione dello statuto e l'adozione della tessera dell'associazione e l'impegno a partecipare attivamente alla vita dell'Associazione prestando con continuità il proprio contributo, L'adesione all'Associazione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo. Chiunque aderisca all'Associazione può in qualsiasi momento notificare la sua volontà di recedere dall'Associazione. In tal caso il recesso ha efficacia dall'inizio del secondo mese successivo a quello in cui il Consiglio Direttivo riceve la notifica della volontà di recesso.

ART.5 Ammissione dei Soci

Gli aspiranti soci, devono presentare domanda al Consiglio Direttivo, menzionando il proprio nome, cognome, indirizzo, luogo e data di nascita unitamente all'attestazione di accettare e attenersi allo statuto, al regolamento interno e alle deliberazioni degli organi sociali. Entro 90 giorni dalla presentazione della domanda di ammissione, il Consiglio Direttivo è tenuto a esprimere il proprio parere in merito. Qualora la domanda venga accettata la qualifica di socio diverrà effettiva e previo pagamento della quota sociale di adesione, al nuovo socio verrà consegnata la tessera sociale e il nominativo verrà annotato nel libro soci. Nel caso in cui la domanda venga respinta, l'interessato potrà presentare ricorso, entro 30 giorni al Collegio dei Probiviri.

ART.6 Diritti dei Soci

I soci hanno diritto: 1)a frequentare i locali dell'Associazione e partecipare alle iniziative e alle manifestazioni promosse da essa; 2)a riunirsi in Assemblea per discutere e deliberare sulle questioni riguardanti la vita dell'Associazione; 3)ad eleggere ed essere eletti negli Organismi di Direzione, di Garanzia e di Controllo. Non esistono limitazioni nella partecipazione e nell'espressione del diritto di voto. ART.7 Obblighi dei Soci

Il socio è tenuto al pagamento della quota sociale entro il 31 gennaio dì ogni anno, al rispetto dello statuto e del regolamento interno, e ad osservare le delibere degli organi sociali. Le quote sociali non sono trasmissibili ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non sono soggette a rivalutazione.

ART.8 Perdita della qualifica di Socio

La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni o esclusione. Il Consiglio direttivo ha la facoltà. di intraprendere azioni disciplinari contro gli associati, mediante richiamo scritto, la sospensione temporanea o l'esclusione con delibera motivata: a)per morosità superiore a due mesi nel pagamento delle quote sociali; b)per lo svolgimento di attività in contrasto o concorrenza con quelle dell'Associazione; c)qualora il socio non ottemperi alle disposizioni statutarie o dei regolamenti interni o delle delibere assembleari o del Consiglio Direttivo; d)gravi immoralità; e)appropriazione indebita dei fondi sociali, atti. documenti od altro di proprietà dell'associazione.  Il Provvedimento di sospensione ha effetto dal momento della notifica del provvedimento all'associato. Il provvedimento dì esclusione ha effetto dal trentesimo giorno successivo alla notifica. del provvedimento di esclusione. Contro il provvedimento di sospensione o esclusione, l'associato potrà, entro trenta giorni da tale comunicazione, ricorrere al Collegio dei Probiviri, mediante raccomandata. inviata al Presidente del Collegio. Titolo III Sistema Istituzionale ART.9 Organi dell'Associazione Sono organismi di direzione e coordinamento dell'Associazione: •L'Assemblea dei Soci; •Il Consiglio Direttivo; •Il Presidente dell' Associazione; •Il Collegio dei Revisori; •Il Collegio dei Probiviri.

ART.10 LAssemblea dei Soci

L'Associazione nell'Assemblea ha il suo organo sovrano. L'Assemblea, è convocata, dal Presidente dell'Associazione almeno una volta all'anno entro il 30 di aprile per l'approvazione del bilancio consuntivo e preventivo. L'assemblea può essere ordinaria o straordinaria, e viene convocata mediante avviso scritto, contenente la data, l'ora e  l'ordine del giorno, da esporsi nella sede dell'Associazione e nei locali in cui si svolge l'attività, almeno 15 giorni prima. L'assemblea deve essere inoltre convocata quando se ne ravvisa la necessità o quando ne è fatta richiesta motivata da almeno un decimo degli associati. Hanno diritto di partecipare all'Assemblea tutti i soci. che alla data di convocazione dell'assemblea stessa siano in regola con il pagamento delle quote sociali. Ogni socio ha diritto ad un voto, ai sensi dell'art. 2532  2°comma, C.C. Ciascun associato potrà rappresentare solamente un associato, purché munito di regolare delega.

ART.11 Costituzione e Deliberazione

L'Assemblea in sede ordinaria. è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza della metà, più uno degli associati, e delibera a maggioranza assoluta dei voti di questi ultimi. In seconda convocazione, invece, l'Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli. intervenuti, e delibera sulle questioni poste all'ordine del giorno a maggioranza dei presenti. L'assemblea in sede straordinaria è validamente costituita, sia in prima che in seconda. convocazione. con la presenza di almeno i due terzi degli associati e delibera sia in prima che in seconda convocazione con la maggioranza di almeno i due terzi dei voti espressi. L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell'Associazione o in caso di sua assenza o temporaneo impedimento, dal Vice Presidente, nel caso in cui manchino entrambi. L'Assemblea eleggerà un presidente. L'Assemblea inoltre eleggerà un segretario e se necessario due scrutatori. Il segretario provvede a redigere i verbali delle deliberazioni. I verbali devono essere sottoscritti dal Presidente, dal segretario e dagli eventuali scrutatori. Le deliberazioni prese in conformità allo statuto obbligano tutti i soci anche se assenti, dissenzienti o astenuti dal voto.

ART.12 Forma di Votazione

L'Assemblea vota normalmente per alzata di mano; Le votazioni possono avvenire a scrutinio segreto quando ne facciano richiesta la metà più uno dei soci presenti con diritto di voto.

ART.13 Compiti dell'Assemblea

All'Assemblea spettano seguenti compiti:  •In sede ordinaria: a)discutere e deliberare sui bilanci consuntivi e preventivi e sulle relazioni del Consiglio Direttivo; b)eleggere i membri del Consiglio Direttivo, il Presidente, i membri del Collegio dei Revisori e i membri del Collegio dei Probiviri; c)fissare su proposta del Consiglio Direttivo le quote sociali; d)deliberare sulle direttive d'ordine generale dell'Associazione e sull'attività svolta e da svolgere nei vari settori di sua competenza; e)deliberare su ogni argomento di carattere ordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo o dal Collegio dei Revisori: f)fissare annualmente la quota dì versamento minimo da effettuare al momento dell'adesione all'Associazione e la quota sociale annua.  •In sede straordinaria:  a)deliberare sullo scioglimento dell'Associazione; b)deliberare sulle proposte di modifica dello statuto; c)deliberare sul trasferimento della sede sociale; d)deliberare su ogni altro argomento straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo o dal Collegio dei Revisori.

ART.14 Il Consiglio Direttivo: Compiti

Il Consiglio Direttivo ha il compito di: a)deliberare sulle questioni riguardanti l'attività dell'Associazione per l'attuazione delle sue finalità e secondo le direttive dell' Assemblea assumendo tutte le iniziative del caso; b)predisporre i bilanci preventivi e consuntivi da sottoporre all'Assemblea secondo le proposte della presidenza; c)deliberare su ogni atto di carattere patrimoniale e finanziario che ecceda l'ordinaria amministrazione; d)dare parere su ogni altro oggetto sottoposto al suo esame dal Presidente; e)procedere all'inizio di ogni anno sociale alla revisione degli elenchi dei soci per accertare la permanenza dei requisiti dì ammissione di ciascun associato, prendendo gli opportuni provvedimenti in caso contrario; f)in caso dì necessità verificare i requisiti suddetti;  g)deliberare l'accettazione delle domande per l'ammissione di nuovi associati;  h)deliberare sull'adesione e partecipazione dell'Associazione ad enti ed istituzioni pubbliche e private che interessano l'attività dell'associazione stessa designandone i rappresentanti da scegliere tra gli associati.  i)nominare il Direttore Artistico; j)predisporre il regolamento interno. Il Consiglio Direttivo, nell'esercizio delle sue funzioni può avvalersi della collaborazione di commissioni consultive o di studio, nominate dal consiglio stesso, composte da associati e non associati. Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza semplice, per alzata di mano, in base al numero dei presenti. In caso di parità. prevale il voto del Presidente.

ART.15 Composizione del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è formato da 5 a 11 membri nominati dall'Assemblea ordinaria.L'Assemblea stessa designa il Presidente fra i consiglieri nominati. Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e comunque fino all'Assemblea ordinaria che procede al rinnovo delle cariche sociali. Al termine del mandato i consiglieri possono essere riconfermati. Negli intervalli tra le assemblee sociali ed in caso di dimissioni. Decesso, decadenza od altro impedimento di uno o più dei suoi membri. purché meno della metà, il Consiglio Direttivo ha facoltà di procedere, per cooptazione, alla integrazione del consiglio stesso fino al limite statutario. I membri del consiglio non riceveranno alcuna remunerazione in dipendenza. della loro carica, salvo il rimborso delle spese effettivamente sostenute.

ART.16 Riunioni del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo si riunisce, sempre in unica convocazione, almeno una volta all'anno per predisporre i progetti dì bilancio consuntivo e preventivo, e comunque ogni qual volta il Presidente lo ritenga opportuno o quando lo richiedano tre componenti. Le riunioni del Consiglio Direttivo devono essere convocate con avviso scritto inviato almeno 5 (cinque) giorni prima. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide con la presenza di almeno la maggioranza dei suoi componenti e sono presiedute dal Presidente o  in sua assenza, dal Vice Presidente, o da un consigliere designato dai presenti. In caso dì particolare urgenza il Consiglio Direttivo può essere convocato per telegramma inviato almeno 2 (due) giorni prima. Le sedute e deliberazioni del consiglio sono fatte constare da processo verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario. Alle riunioni del Consiglio dovranno sempre essere invitati i membri del Consiglio dei Revisori i quali svolgeranno soltanto funzioni consultive.

ART.17 Il Presidente: Compiti

Il Presidente dirige l'Associazione e la rappresenta, Il tutti gli effetti, di fronte ai terzi ed in giudizio.  Il Presidente ha la responsabilità generale della conduzione e del buon andamento degli affari sociali. Al Presidente spetta la firma degli atti sociali che impegnano l'Associazione sia nei riguardi degli associati che dei terzi Il Presidente sovraintende in particolare all'attuazione delle deliberazioni dell' Assemblea e del Consiglio Direttivo, Il Presidente può delegare ad uno o più consiglieri, parte dei suoi compiti in via transitoria o permanente

ART.18 Elezioni del Presidente

Il Presidente è eletto dall'Assemblea degli associati e dura in carica un triennio e comunque fino all'Assemblea ordinaria che procede al rinnovo delle cariche sociali.  In caso di dimissioni o di impedimento grave, tale giudicato dal Consiglio Direttivo, il consiglio stesso provvede ad eleggere un Presidente sino alla successiva Assemblea ordinaria.

ART.19 Collegio dei Revisori: Compiti

Il Collegio dei Revisori effettua il controllo sulla gestione amministrativa dell'Associazione, esaminando ed approvando, sottoscrivendolo, il bilancio consuntivo e preventivo annuale da presentare all'Assemblea dei soci, verificando la regolare tenuta della contabilità dell'Associazione e dei relativi libri. Essi devono redigere la loro relazione all'Assemblea relativamente ai bilanci consuntivi e preventivi predisposti dal Consiglio Direttivo. I revisori hanno il diritto ad assistere, con facoltà di parola ma senza diritto di voto, alle riunioni del Consiglio Direttivo.

ART.20 Elezioni dei Revisori

Il Revisori dei conti sono nominati dallAssemblea in numero di tre effettivi e due supplenti, e durano in carica tre anni, Essi sono rieleggibili e potranno essere scelti in tutto o in parte fra persone estranee allAssociazione avuto riguardo alla loro competenza. L'incarico di Revisore è incompatibile con la carica di Consigliere.

ART.21 Collegio dei Probiviri o Garanti

Il Collegio dei Probiviri o dei Garanti, è un organo di garanzia statutaria, regolamentare e di giurisdizione interna. Interpreta le norme statutarie e regolamentari e dà pareri agli organismi dirigenti sulla loro corretta interpretazione. Emette, ove richiesto, parei di legittimità su atti, documenti e deliberazioni degli organi dirigenti. Dirime controversie insorte tra gli associati. tra questi e I'Associazione e fra gli organi dell'Associazione. L'iniziativa del Collegio è intrapresa a seguito di richiesta o ricorso di parte ovvero per autonoma iniziativa. Le decisioni sono immediatamente esecutive,

ART.22 Elezioni del Collegio dei Probiviri

Il Collegio è composto da tre membri eletti tra i soci che abbiano acquisito un effettiva e comprovata esperienza in campo associativo. Essi eleggono alloro interno il Presidente. Il consiglio decide a maggioranza assoluta dei suoi membri.  Titolo IV Patrimonio, risorse e rendiconto ART.23 Il Patrimonio e le entrate dellAssociazione Il Patrimonio sociale dell'associazione è indivisibile ed è costituito: •dai beni mobili e immobili dì proprietà dell'Associazione •dalle quote sociali ed eventuali contributi volontari degli associati;  •le entrate derivanti da attività, servizi, iniziative e progetti;  •eccedenze di esercizi annuali

ART.24 Il Bilancio Consuntivo e Preventivo

L'esercizio sociale si svolge dall'1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Entro il 30 di aprile il Consiglio Direttivo sottoporrà all'Assemblea il bilancio consuntivo, composta da un rendiconto economico e finanziario e il bilancio preventivo relativo allanno successivo. In caso di comprovata necessità o impedimento, è possibile è possibile derogare i suddetti termini di presentazione, ma non oltre il 30 giugno. I bilanci devono restare depositati presso la sede dell' Associazione nei 15 (Quindici) giorni precedenti l'Assemblea convocata per la loro approvazione, a disposizione di tutti coloro che abbiano motivato interesse alla loro lettura. La richiesta dì copie è soddisfatta dall' Associazione a spese del richiedente.

ART.25 Utili e avanzi di gestione

È vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale durante la vita dellAssociazione, salvo che questa venga imposta per legge. Gli eventuali utili o avanzi di gestione, dovranno essere impiegati esclusivamente per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse. Titolo V Norme finali e transitorie.

ART.26 Scioglimento

In caso dì suo scioglimento, per qualsiasi causa, l'Associazione ha l'obbligo di devolvere il suo patrimonio residuo ad altra Associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità.

ART.27 Legge applicabile

Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si rinvia alle norme del Codice Civile e delle leggi speciali vigenti in materia,

Regolamento

Sezione I°  -  Segreteria dell’Associazione Nor. 1 - Finalità La Segreteria è la sede organizzativa dell'attività associativa; in essa sono conservati tutti i registri dei verbali e dei dati informativi dell'Associazione. Rappresenta l'interfaccia pubblica tra l'Associazione e terzi. Nor. 2 - Segretario II Segretario è il responsabile della segreteria; è un membro del C.D., nominato con la suddetta qualifica dal Presidente dell'Associazione. Nell'espletamento delle sue funzioni può avvalersi della collaborazione di altri soci che sceglie personalmente. Nor. 3 - Servizi La segreteria serve tutte le richieste dei soci (informazioni, certificazioni, domande), svolge la funzione di protocollo, gestisce la casella postale, predispone le pratiche di istanza dei contributi pubblici. Nor. 4 - Libri Sociali Nella segreteria sono custoditi i verbali di tutti gli organi statutari (Assemblea, Consiglio Direttivo, Collegio dei Revisori, Collegio dei Probiviri), che possono essere consultati dai soci in regola con il pagamento della quota sociale, esclusivamente nella segreteria. Qualunque socio, inoltre, previa richiesta scritta può ricevere copia fotostatica dei verbali; in tal caso la copia viene consegnata entro (07) giorni dalla richiesta, a spese del richiedente. Nor. 5 - Inventario L'inventario della segreteria è costituito da : a)    Dati informativi dei soci; b)    Protocollo della corrispondenza in arrivo e in partenza. I dati informativi personali dei soci (data e luogo di nascita, Codice fiscale, numeri di telefono fìsso e cellulari), non possono essere divulgati, salvo autorizzazione da parte del socio stesso (legge sulla privacy). Essi servono solo al segretario per scopi organizzativi delle attività associative (convocazioni riunioni, convocazioni attività concertistiche, tournee). Il segretario può divulgare qualche notizia quando un socio ne facesse richiesta per ovvi dimostrati motivi. Nor. 6 - Linea telefonica L’Associazione può disporre di una linea telefonica di rete fissa che dovrà essere ubicata in segreteria; ad essa sono collegati il telefono/fax ed il sito internet/E-mail; è consentito ai soci di usufruire del servizio previa registrazione nell'apposita Tabella uso linea telefonica. Potrà, inoltre, disporre di linea telefonica mobile, la cui gestione è data al presidente. Ove lo stesso reputi necessario, potrà consentire ad altro socio di sua fiducia, la gestione della stessa. Sezione II°  -  Tesoreria Nor. 1 - Finalità La Tesoreria custodisce e gestisce i beni liquidi dell'Associazione, provvede a riscuotere ed a fare pagamenti per conto dell'Associazione, predispone i bilanci preventivi e consuntivi dell'Associazione. Nor. 2 - Tesoriere II tesoriere è il responsabile della Tesoreria; è un membro del C.D., nominato con la suddetta qualifica dal Presidente dell'Associazione. Nell'espletamento delle sue funzioni, egli può avvalersi dell' aiuto di altri soci o di professionisti tributari che sceglie personalmente. Nor. 3 - Servizi La tesoreria provvede alla riscossione delle quote sociali di tesseramento; alla gestione del c/c bancario, (movimenti ed estratti conto), custodisce le minute e le fatture delle spese effettuate, provvede al rilascio delle fatture dell'Associazione. Sezione III°  -  Archivio dell'Associazione Nor. 1 - Finalità L'Archivio è il luogo dove sono conservati e catalogati i beni patrimoniali dell'Associazione. Nor. 2 - Responsabile dell'Archivio II Responsabile dell'archivio è scelto tra i soci dal Presidente dell'Associazione; si occupa della gestione ed organizzazione dell'archivio. Nell'espletamento delle sue funzioni, egli può avvalersi della  collaborazione di altri soci che sceglie personalmente. Cura lo stato del materiale fornito al corista e segnala al C.D. gli eventuali danni arrecati al momento della restituzione di detto materiale per quantificarne il valore da addebitare quale risarcimento. Nor. 3 - Biblioteca Musicale Comprende partiture ed Edizioni musicali di proprietà dell'Associazione. Esse sono catalogati in apposito database (Biblioteca musicale) e conservate in apposite scaffalature secondo catalogo. Sono a disposizione dei soci e possono essere consultate in qualsiasi momento previa richiesta all'archivista. Nor. 4 - Archivio discografico Contiene discografie varie di proprietà dell'associazione. Esse sono catalogate in apposito database (Archivio discografico) e conservate in apposite scaffalature secondo catalogo. Sono a disposizione dei soci e possono essere consultate in qualsiasi momento previa richiesta all'archivista. E' consentito asportare, solo per breve tempo, singole discografie, previa autorizzazione dell'archivista che segnalerà il movimento del materiale in un apposito registro (Tabella uso discografie). Nor. 5 - Abiti di scena Le divise (esempio: concertistica invernale, concertistica estiva ed uniforme popolare) di proprietà dell'Associazione, date in consegna sia ai soci coristi che ai componenti dei cori “Jonia Junior” e “Teen Choir”, devono essere tenute sempre in buono stato da chi ne fa uso e devono essere tempestivamente restituite al momento in cui si sospende, definitivamente o per un prolungato periodo, l'attività concertistica con l'Associazione. Nor. 6 - Attestati e Premi Tutto il materiale (attestati, premi) di proprietà dell'Associazione è catalogato in apposito registro contenente la descrizione del materiale ed è conservato in appositi espositori nell'archivio dell'Associazione. Sezione IV°  -  Direzione Artistica Nor. 1 - Finalità La D.A. si occupa della programmazione artistica che l’Associazione dovrà svolgere  nel corso dell’anno. Nor. 2 - Il Direttore Artistico È scelto annualmente dal C.D. (art. 14i dello statuto) per le sue qualità artistiche e per le conoscenze professionali. Può essere o meno un socio dell'Associazione. All'inizio di ogni anno sociale dopo la sua nomina, predispone, unitamente ai direttore dei cori, l’attività artistica dell’Associazione, scegliendo quei progetti artistici che consentano di perseguire obiettivi di continuo miglioramento e che unitamente ad un impegno di spesa, sottoporrà al C.D. per deliberazioni secondo le norme vigenti e secondo la disponibilità di cassa. Nell'esercizio delle sue funzioni, egli può avvalersi della collaborazione sia di soci sia di professionisti musicisti che sceglie personalmente. Tutte le suddette funzioni sono espletate a titolo gratuito, salvo il rimborso di eventuali spese effettivamente sostenute. Sezione V°  -  Regolamento della Corale Polifonica Jonia Nor. 1 - Finalità La Corale Polifonica Jonia di Giarre si prefissa di: a)eseguire concerti nel mondo; b)partecipare a concorsi, rassegne, meetings a carattere nazionale ed internazionale; c)effettuare scambi culturali con altri cori di tutto il mondo; d)produrre incisioni discografiche; e)svolgere servizi liturgici ove richiesti. f)Creare progetti di ricerca e formazione nell’ambito della musica di insieme. Nor. 2 - Direttore della Corale Jonia Il Direttore della Corale Polifonica Jonia di Giarre è nominato dal C.D.; Può essere o meno un socio dell’Associazione. Svolge le sue funzioni a titolo gratuito. Ha diritto, ove richiesto e documentato, al rimborso delle spese sostenuto per l’espletamento dell’incarico conferitogli. Il Direttore della Corale: a)sceglie unitamente al Direttore Artistico il repertorio musicale da eseguire in qualsiasi circostanza; b)esamina, i soci che chiedono di far parte dell'organico della corale; c)sceglie gli eventuali collaboratori artistici nell'espletamento delle sue funzioni e/o nelle attività formative dei coristi/direttore; in particolare, designa i collaboratori che lo sostituiranno nelle prove a singole sezioni e il vice direttore che lo sostituirà in caso di assenza; d)decide il numero, i giorni e gli orari delle in relazione all'attività da svolgere; e)propone soluzioni per elevare il livello artistico del Coro. È fatto obbligo al direttore del Coro dal momento della sua nomina, di espletare le suddette funzioni esclusivamente nell'ambito della formazione che opera all'interno dell'Associazione Amici della Musica; Nel caso in cui abbia necessità di eseguire le suddette mansioni in nome e per conto di altre associazioni aventi medesime finalità, dovrò essere preventivamente autorizzata dal C.D. Nor. 3 - Organico coristi L'organico della Corale è costituito esclusivamente da soci dell'Associazione Amici della Musica; non possono fame parte soggetti che non sono in regola con il versamento della quota associativa. Il numero dei coristi è illimitato, anche se il Direttore del Coro ha facoltà di decidere  sul numero dell'organico secondo necessità. I coristi  svolgono la loro attività corale amatoriale a titolo gratuito, partecipando a tutta l'attività della Corale (prove e concerti), con il massimo impegno. Devono tenersi sempre aggiornati sulle attività della Corale, informandosi presso la Segreteria della Associazione e/o il responsabile di Sezione. Ai coristi vengono tollerate assenze per motivi di salute, famiglia e lavoro; qualora per necessità prevedono di doversi assentare per un periodo prolungato, dovranno dare tempestiva comunicazione al responsabile di Sezione, specificando la durata dell'assenza al fine di avere un chiaro quadro dell'organico, utile alla programmazione dell'attività. I coristi che, invece, eccedono in prolungati periodi di assenza ingiustificata, od in assenze ripetutamente abituali, o che denotino mancanza di interesse ed impegno sono valutati sia dal direttore del coro che ha la facoltà di poterli escludere dall'organico, sia dal C.D. nel caso in cui si ravvisino violazioni dello statuto e/o del Regolamento interno. Nor. 4 - Attività fuori organico II corista della Corale Jonia non può prendere parte all'organico di un altro coro che svolge attività in contrasto o concorrenza con la Corale Jonia (art. 8 b dello statuto). Può liberamente cantare a proprio titolo da solo od in formazione durante le funzioni liturgiche (coro parrocchiale), o prendere parte a concerti di beneficenza. Tutte le attività dei coristi al di fuori della Corale Jonia (direzione di altri cori, cantanti professionisti, partecipazioni a cori Nazionali, Europei, Mondiali, occasionali, ecc.) devono essere noti ed approvati dal Direttore del Coro e, comunque, autorizzati dal C.D.. Nor. 5 - Impegno di spesa dall'attività concertistica della Corale Il socio è tenuto a versare la quota associativa annuale così come previsto dallo statuto (Art.7). Qualora sorgesse la necessità ai fini della gestione amministrativa dell’Associazione, il C.D. se ritiene opportuno, potrà richiedere ai soci un contributo mensile supplementare a titolo di contributo spese, onde consentire il mantenimento e miglioramento dei servizi offerti e la stipula di una polizza assicurativa. Detta quota viene stabilita annualmente dall’Assemblea su proposta del C.D. L'attività concertistica della Corale Jonia prevede anche l'acquisizione di compensi remunerativi dall'ente organizzatore, che non possono essere distribuiti tra i soci. Tali compensi verranno impiegati le spese di realizzazione delle attività della corale, (rimborso spese al Presidente, al Direttore Artistico, al Direttore del Coro, noleggio mezzi di trasporto coristi, acquisto abiti di scena, partecipazione corsi di formazione, acquisto materiale didattico ecc. ecc.). Nor. 6 - Responsabile della Corale II Responsabile del Coro è un membro del C.D., nominato dal Presidente nell’Associazione; ha funzioni di organizzatore logistico delle attività della Corale Jonia. Nell'espletamento delle sue funzioni, egli può avvalersi della collaborazione dei responsabili di Sezione Nor. 7 – Responsabile di Sezione I Responsabili di Sezione operano all’interno delle sezioni del coro e vengono scelti dal C.D. fra i soci in regola con il pagamento della quota associativa. Variano da un minimo di due ad un massimo di quattro. Durano in carica un anno e possono essere rinominati. I R.di S. collaborano attivamente con il responsabile del Coro a cui riferiranno direttamente circa le problematiche che dovessero riguardare i coristi della sezione e/o sezioni di cui ne sono direttamente responsabili. Dovranno coordinare sotto tutti gli aspetti organizzativi la sezione assegnata; curare che i coristi partecipino con assiduità alle prove, sia a “Sezione” sia “Generale”; accertarsi, nel caso di due assenze continuative, delle cause, se non conosciute, che le hanno determinate, in modo tale da avere sempre monitorata la presenza dei coristi alle prove. A tal proposito avranno cura di approntare una scheda per ogni singolo corista sulla quale dovranno riportare i periodi di assenza del corista e la relativa motivazione; le eventuali problematiche che gli verranno sottoposte dai singoli coristi; ogni altra utile notizia che riterrà opportuno annotare. Nor. 8 – Albo Le comunicazioni ai coristi vengono date oralmente durante gli incontri per le attività comuni (prove e concerti), o per iscritto tramite affissione all'Albo esposto nella segreteria dell'Associazione e nella sala prove, tramite messaggio telefonico. Nor. 9 - Budget corista Ogni cantore della Corale Jonia ha in dotazione una carpetta-prove recante sul frontespizio il numero assegnato; tale carpetta contiene gli spartiti musicali di proprietà dell'Associazione riportanti il numero assegnato al cantore, che serviranno per l'attività concertistica;  Su di essi ogni cantore può effettuare tutte le annotazioni che riterrà opportune, solo ed esclusivamente  a matita. La carpetta-prove è conservata nella sala prove della corale per permettere all'archivista un rapido aggiornamento del repertorio da intraprendere. Solo in casi particolari (a scopo didattico o concertistico) e per breve tempo la carpetta prove e le partiture possono essere asportate dalla sala prove. Ogni cantore della Corale Jonia ha in dotazione una divisa concertistica invernale, una divisa concertistica estiva, una uniforme popolare, una carpetta-concerti. Tali abiti di scena possono essere acquistati dal socio stesso a proprie spese o, qualora il socio ne faccia richiesta, possono essere acquistati dall'associazione che pertanto ne è la proprietaria. In tal caso vanno tempestivamente riconsegnati al momento in cui si sospende, definitivamente o per un prolungato periodo, l'attività concertistica con l'Associazione. Sezione VI°  -  Regolamento Cori Voci Bianche L’Associazione Amici della Musica di Giarre, oltre alla Corale Polifonica Jonia, ha al suo interno altri due gruppi corali: Jonia Junior e Jonia Teen Choir. Jonia Junior Fanno parte del Coro Jonia Junior bambini e bambine di età compresa tra i 6 ed i 9 anni. Possono far parte bambini e bambine aventi l’età di 5 anni a condizione che siano stati ammessi a frequentare la scuola primaria. Nor. 1 - Prove Le prove si svolgono presso i locali dell’Oratorio di Giarre in via Carlo Alberto, nr. 74 nei giorni e nelle ore che il Direttore del coro, dopo aver consultato i genitori, riterrà opportuni. Nor. 2 - Iscrizione Ogni genitore dovrà presentare una domanda di iscrizione del proprio figlio/a all’Associazione Amici della Musica su stampato fornito dall’Associazione stessa.   Con l’iscrizione ci si impegna a frequentare, con assiduità e puntualità, le prove e a partecipare alle eventuali esibizioni. Poiché l’Associazione si impegna a fornire la sede, tutto il materiale a scopo didattico o di esibizioni (fotocopie di partiture, strumenti, etc..), una polizza assicurativa sugli infortuni, viene richiesta, a scopo contributivo, una quota annuale di iscrizione e partecipazione alle spese che verrà stabilita ogni anno dal C.D. La quota di iscrizione dovrà essere corrisposta al Tesoriere dell’Associazione o ad un suo delegato e verrà versata nella cassa dell’ Associazione Amici della Musica. Per i nuovi iscritti la quota potrà essere versata dopo 2 – 3 prove in modo da verificare l’effettivo interesse all’attività. Nor. 3 - Divisa Il C.D., sentito Il Direttore del coro ed i genitori, sceglie l’abbigliamento o eventuale divisa da utilizzare durante l’esibizioni, per dare al coro un aspetto estetico omogeneo e gradevole. A tal proposito, i genitori di ogni corista si impegnano, a proprie spese, a procurare l’abbigliamento scelto per la divisa sulla quale verrà applicato uno stemma riproducente il Logo del Coro di appartenenza che verrà fornito dall’Associazione. Tutto ciò che verrà fornito dall’Associazione dovrà essere restituito e resterà di sua esclusiva proprietà. Eventuale materiale relativo alla divisa fornito dall’Associazione e non restituito o restituito in cattive condizioni d’uso verrà addebitato al corista.   Nor. 4 - Puntualità e Assenze Si chiede la massima puntualità alle prove e ai concerti. L’orario che viene dato come appuntamento tiene conto della sistemazione logistica, dell’indossare la divisa e del giusto riscaldamento vocale di preparazione: è molto importante che questo orario venga rispettato. Nel caso si arrivi in ritardo in qualsiasi occasione si cerchi di entrare nel coro senza arrecare disturbo al gruppo che già ha iniziato il lavoro. L’assenza dalle prove deve essere comunicata preventivamente, per quanto possibile, direttamente al maestro con una telefonata o un SMS o con qualsiasi altro mezzo. L’assenza ai concerti va sempre comunicata dai genitori al maestro. Si auspica che soprattutto le assenze ai concerti non siano causate da futili motivi. I coristi che, invece, eccedono in prolungati periodi di assenza ingiustificata, od in assenze ripetutamente abituali, o che denotino mancanza di interesse ed impegno sono valutati sia dal direttore del coro che ha la facoltà di poterli escludere dall'organico, sia dal C.D. nel caso in cui si ravvisino violazioni dello statuto e/o del Regolamento interno. Jonia Teen Choir Fanno parte del Coro Jonia Teen Choir  ragazzi e ragazze di età compresa fra i 10 ed i 17 anni. Nor. 5 - Prove Le prove si svolgono presso i locali dell’Oratorio di Giarre in via Carlo Alberto, nr. 74 nei giorni e nelle ore che il Direttore del coro riterrà opportuni. Nor. 6 - Impegni Il Coro svolge attività liturgica e concertistica. Gli impegni concertistici non hanno un calendario prefissato e verranno pertanto comunicati di volta in volta con il massimo preavviso possibile. Nor. 7 - Iscrizione Ogni genitore dovrà presentare una domanda di iscrizione del proprio figlio/a all’Associazione Amici della Musica su stampato fornito dall’Associazione stessa. Con l’iscrizione ci si impegna a frequentare, con assiduità e puntualità, le prove e a partecipare alle eventuali esibizioni. Poiché l’Associazione si impegna a fornire la sede, tutto il materiale a scopo didattico o di esibizioni (fotocopie di partiture, strumenti, etc..), una polizza assicurativa sugli infortuni, viene richiesta, a scopo contributivo, una quota annuale di iscrizione e partecipazione alle spese che verrà stabilita ogni anno dal C.D. La quota di iscrizione dovrà essere corrisposta al Tesoriere dell’Associazione o ad un suo delegato e verrà versata nella cassa dell’ Associazione Amici della Musica. Per i nuovi iscritti la quota potrà essere versata dopo 2 – 3 prove in modo da verificare l’effettivo interesse all’attività. Nor. 8 - Divisa Il C.D., sentito Il Direttore del coro ed i genitori, sceglie l’abbigliamento o eventuale divisa da utilizzare durante l’esibizioni, per dare al coro un aspetto estetico omogeneo e gradevole. A tal proposito, i genitori di ogni corista si impegnano, a proprie spese, a procurare l’abbigliamento scelto per la divisa sulla quale verrà applicato uno stemma riproducente il Logo del Coro di appartenenza che verrà fornito dall’Associazione. Tutto ciò che verrà fornito dall’Associazione dovrà essere restituito e resterà di sua esclusiva proprietà. Eventuale materiale relativo alla divisa fornito dall’Associazione e non restituito o restituito in cattive condizioni d’uso verrà addebitato al corista.   Nor. 9 - Puntualità e Assenze Si chiede la massima puntualità alle prove e ai concerti. L’orario che viene dato come appuntamento tiene conto della sistemazione logistica, dell’indossare la divisa e del giusto riscaldamento vocale di preparazione: è molto importante che questo orario venga rispettato. Nel caso si arrivi in ritardo in qualsiasi occasione si cerchi di entrare nel coro senza arrecare disturbo al gruppo che già ha iniziato il lavoro. L’assenza dalle prove deve essere comunicata preventivamente, per quanto possibile, direttamente al maestro con una telefonata o un SMS o con qualsiasi altro mezzo. L’assenza ai concerti va sempre comunicata dai genitori al maestro. Si auspica che soprattutto le assenze ai concerti non siano causate da futili motivi. I coristi che, invece, eccedono in prolungati periodi di assenza ingiustificata, od in assenze ripetutamente abituali, o che denotino mancanza di interesse ed impegno sono valutati sia dal direttore del coro che ha la facoltà di poterli escludere dall'organico, sia dal C.D. nel caso in cui si ravvisino violazioni dello statuto e/o del Regolamento interno.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now